• Walk-man: Whole-body Adaptive Locomotion and Manipulation

    Walk-man: Whole-body Adaptive Locomotion and Manipulation

  • 14 ERC@IIT

    14 ERC@IIT

  • R1 is born, the first robot by IIT specifically designed for applications in domestic and professional environments

    R1 is born, the first robot by IIT specifically designed for applications in domestic and professional environments

  • Prosthetic hand

    Prosthetic hand

  • Walk-man: Whole-body Adaptive Locomotion and Manipulation

    Walk-man: Whole-body Adaptive Locomotion and Manipulation

  • Chemistry Lab at IIT Central Research Facility

    Chemistry Lab at IIT Central Research Facility

La Fondazione intende promuovere lo sviluppo tecnologico e la formazione avanzata del paese, in accordo con le politiche nazionali a favore della scienza e della tecnologia, rafforzando così il sistema di produzione nazionale.
Esplorare la struttura

Programmi di ricerca

vedi tutti i programmi

Posizioni aperte

Iniziative

Energia

Al Teatro Elfo Puccini di Milano la scienza, arte e musica del progetto Crossroads

11/05/2017

Il 20 maggio l'evento conclusivo del progetto multidisciplinare “Crossroads in art, music and science” con il supporto della Fondazione Cariplo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

In the media

Da Andy a CyberLeg, l'Europa schiera i robot del 2017

03/01/2017

Di lavoro fanno i magazzinieri, gli autisti o gli infermieri e si chiamano Andy, Efesto oppure Refills: e' la squadra dei nuovi robot 'made in Europe' pronti a nascere nel 2017. Dei 17 nuovi progetti selezionati per ottenere i finanziamenti Horizon 2020 della Commissione Europea ben 5 saranno sviluppati da enti di ricerca italiani.

Innovazione

Salute

La startup IIT Kyme tra i vincitori di Bioupper

08/05/2017

I ricercatori del centro di Napoli di IIT premiati con 50 mila euro dal Ministro della Salute  Lorenzin per il loro progetto di startup in campo biomedico. Kyme si propone di migliorare le prestazioni di test diagnostici come la risonanza magnetica rendendoli più economici, efficaci e con meno effetti collaterali

In the media

Genova, Filse acquista quattro piani agli Erzelli per Iit

23/12/2016

Via libera al Center for Human Technlologies dell'Iit a Erzelli. E nel 2018 potrebbe aprire il cantiere del Dipartimento di Ingegneria dell'Università. Entro marzo l'Istituto italiano di tecnologia, che sulla collina già occupa un solo piano della palazzina B del Parco tecnologico scientifico, moltiplica la sua presenza e si espande: ieri Filse, la finanziaria della Regione Liguria, con il presidente Pietro Codognato Perissinotto, ha comprato da Ght, firmando l'atto preliminare di acquisto con il suo amministratore delegato Luigi Predeval, quattro piani della palazzina B di Erzelli, per 12.360.000 euro.

News

Ricerca

Scienza giovane e internazionale con altri tre progetti MSCA

28/04/2017

Altri 3 progetti vinti dall’IIT per la crescita di giovani scienziati tra l’Italia e l’estero, nell’ambito delle Marie Skłodowska-Curie Actions

News

Robotica

Minded: 6 milioni per formare nuove figure di scienziati-imprenditori

18/04/2017

L’Europa co-finanzierà il progetto con circa 3 milioni di euro nell’ambito delle Marie Skłodowska-Curie Actions. Prevista l'assunzione di 24 giovani ricercatori.

Youtube

24/05/2017 11:22:21
On the Fly Object Recognition on the R1, Your Personal Humanoid - IIT On the Fly Object Recognition on the R1, Your Personal Humanoid with Deep Learning and the NVIDIA Jetson Platform Giulia Pasquale, Vadim Tikhanoff, Ugo ...

INFORMATIVA SUI COOKIES

Il sito web di IIT utilizza i seguenti tipi di cookies: di navigazione/sessione, analytics, di funzionalità e di parti terze. L’utente può scegliere di acconsentire all’uso dei cookies e accedere al sito.
Facendo click su maggiori informazioni verrà visualizzata l’informativa estesa sui tipi di cookies utilizzati e sarà possibile scegliere se autorizzare i cookies durante la navigazione sul sito.
Maggiori informazioni
Accetta e chiudi
×

I numeri di IIT

L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) è una fondazione di diritto privato - cfr. determinazione Corte dei Conti 23/2015 “IIT è una fondazione da inquadrare fra gli organismi di diritto pubblico con la scelta di un modello di organizzazione di diritto privato per rispondere all’esigenza di assicurare procedure più snelle nella selezione non solo nell’ambito nazionale dei collaboratori, scienziati e ricercatori ”.

IIT è sotto la vigilanza del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e del Ministero dell'Economia e delle Finanze ed è stato istituito con la Legge 326/2003. La Fondazione ha l'obiettivo di promuovere l'eccellenza nella ricerca di base e in quella applicata e di favorire lo sviluppo del sistema economico nazionale. La costruzione dei laboratori iniziata nel 2006 si è conclusa nel 2009.

Lo staff complessivo di IIT conta circa 1440 persone. L’area scientifica è rappresentata da circa l’85% del personale. Il 45% dei ricercatori proviene dall’estero: di questi, il 29% è costituito da stranieri provenienti da oltre 50 Paesi e il 16% da italiani rientrati. Oggi il personale scientifico è composto da circa 60 principal investigators, circa 110 ricercatori e tecnologi di staff, circa 350 post doc, circa 500 studenti di dottorato e borsisti, circa 130 tecnici. Oltre 330 posti su 1400 creati su fondi esterni. Età media 34 anni. 41% donne / 59 % uomini.

Nel 2015 IIT ha ricevuto finanziamenti pubblici per circa 96 milioni di euro (80% del budget), conseguendo fondi esterni per 22 milioni di euro (20% budget) provenienti da 18 progetti europei17 finanziamenti da istituzioni nazionali e internazionali, circa 60 progetti industriali

La produzione di IIT ad oggi vanta circa 6990 pubblicazioni, oltre 130 finanziamenti Europei e 11 ERC, più di 350 domande di brevetto attive, oltre 12 start up costituite e altrettante in fase di lancio. Dal 2009 l’attività scientifica è stata ulteriormente rafforzata con la creazione di dieci centri di ricerca nel territorio nazionale (a Torino, Milano, Trento, Parma, Roma, Pisa, Napoli, Lecce, Ferrara) e internazionale (MIT ed Harvard negli USA) che, unitamente al Laboratorio Centrale di Genova, sviluppano i programmi di ricerca del piano scientifico 2015-2017.

×

IIT: the numbers

Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) is a public research institute that adopts the organizational model of a private law foundation. IIT is overseen by Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca and Ministero dell'Economia e delle Finanze (the Italian Ministries of Education, Economy and Finance).  The Institute was set up according to Italian law 326/2003 with the objective of promoting excellence in basic and applied research andfostering Italy’s economic development. Construction of the Laboratories started in 2006 and finished in 2009.

IIT has an overall staff of about 1,440 people. The scientific staff covers about 85% of the total. Out of 45% of researchers coming from abroad 29% are foreigners coming from more than 50 countries and 16% are returned Italians. The scientific staff currently consists of approximately 60 Principal Investigators110 researchers and technologists350 post-docs and 500 PhD students and grant holders and 130 technicians. External funding has allowed the creation of more than 330 positions . The average age is 34 and the gender balance proportion  is 41% female against 59% male.

In 2015 IIT received 96 million euros in public funding (accounting for 80% of its budget) and obtained 22 million euros in external funding (accounting for 20% of its budget). External funding comes from 18 European Projects, other 17 national and international competitive projects and approximately 60 industrial projects.

So far IIT accounts for: about 6990 publications, more than 130 European grants and 11 ERC grants, more than 350 patents or patent applications12 up start-ups and as many  which are about to be launched. The Institute’s scientific activity has been further strengthened since 2009 with the establishment of 11 research nodes throughout Italy (Torino, Milano, Trento, Parma, Roma, Pisa, Napoli, Lecce, Ferrara) and abroad (MIT and Harvard University, USA), which, along with the Genoa-based Central Lab, implement the research programs included in the 2015-2017 Strategic Plan.