• ROB 14 0087 Fig1 2169 749x388 © 2016 IIT 5113
  • Alessio Del Bue Group 4569 749x388 © 2016 IIT 5112

La missione del Laboratorio di Visione, Geometria e Modellizzazione (VGM) è quella di fornire strumenti computazionali per la comprensione su larga scala dei dati.

Il principale obiettivo del laboratorio è la ricerca e l’applicazione di metodi computazionali che contribuiscano al progresso delle conoscenze nell’ambito delle scienze della vita e dell’ingegneria. In particolare si realizzano modelli per quantità massive di dati che vengono estratti da immagini e video generati da sensori di ultima generazione (ad es. fotocamere ad alta risoluzione, microscopi in time-lapse, scanner 3D).

Il laboratorio si distingue per il suo forte approccio interdisciplinare. Oltre a combinare, differenti metodologie, dà supporto ad altre linee di ricerca di IIT, in particolare in Nanofisica, Neuroscienze e Robotica.

Visita il nostro sito

Attività

La principale attività scientifica del laboratorio è legata ai campi di ricerca della visione artificiale, analisi dei segnali e ottimizzazione numerica.  I metodi computazionali sono studiati  e sviluppati per:

  • Reality Capture: ricostruzione 3D ad alta risoluzione usando immagini, suoni e segnali multimodali.
  • Analisi di scene dinamiche complesse acquisite tramite reti sensoriali (video ed audio).
  • Modellizzazione di dati su larga scala per supportare la ricerca in campo biologico e ingegneristico.

Queste metodologie vengono applicate a diversi problemi pratici in campo industriale, grazie a collaborazioni in corso con società leader a livello mondiale nei settori della visione automatica e dell’automazione, dell’avionica e della fotonica.

Laboratori

Laboratorio di acquisizione dati e analisi  (Visuale-Range-Audio - VRA): VRA è un laboratorio con infrastrutture allo stato dell’arte che utilizza strumenti sensoriali multimodali. L’obiettivo è di fornire una tecnologia per l’estrazione di informazioni 3D da qualsiasi contesto, utilizzando segnali multimodali: audio, video e laser, ottenibili con i seguenti strumenti:

  • Video: –scanner 3D basato su stereo fotometria.
  • Laser: – scanner Leica C10, scanner Minolta, sistema Vicon di Motion Capture, telecamere RGBD.
  • Audio – 12 microfoni omnidirezionali Lavalier collegati a 12 trasmettitori e ricevitori in radio frequenza e un convertitore A/Ds a 12-canali sincronizzati.

Collaborazioni

  • Nanofisica (Vicidomini, Cella, IIT): Localizzazione in super-risoluzione, clustering dinamico di molecole.
  • iCub (Natale, IIT): Ampliamento delle capacità sociali di iCub attraverso la comprensione visiva.
  • Instituto Superior Técnico, Università di Lisbona (J. P. Costeria): Visione artificiale per analisi dell’arte e conservazione del patrimonio culturale.
  • Università di Verona (Marco Cristani): Analisi computazionale di immagini di spazi interni per l’illuminazione intelligente.