• HL1 On Flat 1 193 9257
  • Cross Cell On Pillars 1 193 9242
  • HEK On Nanopillars 1 193 9256

Il laboratorio di Tissue Electronics al CABHC-Napoli si occupa di combinare l’ingegnerizzazione di tessuti con la bioelettronica. Il nostro obiettivo è caratterizzare l’interazione tra dispositivi nanofabbricati e materiali elettro-attivi con tessuti biologici.

Attività di Ricerca

Le attivita’ di ricerca del laboratorio di Tissue Electronics e’ divisa in due aree, allo scopo principale di utilizzare materiali elettro-attivi per stimolare cellule di diversa natura.

  • Elettrofisiologia di strutture cellular 3D

  • Uno dei nostril scopi e’ combinare dispositive nanofabbricati sia planari che 3D (multi electrode array, CMOS) per monitorare l’attivita’ spontanea e stimolata di strutture cellulari (cardiache e neuronali) 3D (scaffold, neurosfere). In particolare, il nostro obbiettivo e’ di integrare cellule neuronali in strutture epiteliali al fine di creare una vera e proprioa innervazione monitorando questo processo con microdispositivi elettronici.
  • Sviluppo di biomateriali fotovoltaici per le rigenerazione della pelle

  • Il nostro obbiettivo e’ creare un dispositivo 3D fotovoltaico che sia biocompatibile e che possa aderire efficacemente alle cellule e, grazie alla sua geometria, ottimizzare la stimolazione con corrente fotoelettrica. Questo tipo di stimolazione aumenta la proliferazione di fibroblasti e cheratinociti e la presenza delle strutture 3D garantisce che le cellule si dispongano in una struttura ordinata.

Collaborazioni

- IIT-Genova (Dr. Francesco De Angelis), ITA

- Flexible neuromorphic electronics, Stanford University (Prof. Alberto Salleo), USA

- Nano-biointerfaces, Stanford University (Prof. Bianxiao Cui), USA

- Neuronal modelling, Stevens Institute of Technology (Prof. Mehmet Kurt), USA

- Organic Electronics, Eindhoven University of Technology (Prof. Yoeri van de Burgt), NDL